Ti trovi in:

Esame di Stato

L'Esame di Stato costituisce una tappa fondamentale del processo di formazione dello studente.

È ammesso all'Esame di Stato lo studente che abbia riportato, nello scrutinio finale, un voto almeno sufficiente in ciascuna disciplina e in condotta.

Credito scolastico e formativo

Il Consiglio di Classe attribuisce ad ogni alunno, nello scrutinio finale di ciascuno degli ultimi tre anni della scuola secondaria superiore, un apposito punteggio denominato credito scolastico.

Il punteggio assegnato esprime la valutazione del grado di preparazione complessiva raggiunta da ciascun alunno nell’anno scolastico di riferimento, con riguardo al profitto e tenendo conto anche della assiduità della frequenza scolastica, dell’interesse e dell’impegno nella partecipazione al dialogo educativo, alle attività complementari ed integrative.

Il credito scolastico è stabilito in base alla media aritmetica di tutti i voti, condotta compresa, secondo la seguente tabella:

Punti attribuiti come credito scolastico

Media dei voti

III Anno

IV Anno

V Anno

media = 6

3 - 4

3 - 4

4 - 5

6 < media ≤ 7

4 - 5

4 - 5

5 - 6

7 < media ≤ 8

5 - 6

5 - 6

6 - 7

8 < media ≤ 9

6 - 7

6 - 7

7 - 8

9 < media ≤ 10

7 - 8

7 - 8

8 - 9

Il credito formativo deriva invece da esperienze svolte al di fuori della scuola di appartenenza, qualificate e debitamente documentate. Contribuisce con il credito scolastico al punteggio del credito totale per ciascun anno del triennio.

Voto finale

Il voto finale dell'Esame di Stato è determinato dalla somma dei punteggi del credito totale e di quelli relativi alle prove d'esame, per un massimo di 100. Il voto minimo indispensabile per superare l'esame è 60.

Il credito massimo che si può attribuire ad uno studente è di 25 punti.

Per la valutazione dei tre scritti sono disponibili 45 punti, 15 punti per prova. Il livello di sufficienza di una prova corrisponde a 10 punti.

Per la valutazione del colloquio orale sono disponibili 30 punti. Il livello di sufficienza dell'orale corrisponde a 20 punti.

La Commissione d'Esame può attribuire inoltre un bonus, per un massimo di 5 punti, secondo criteri precedentemente stabiliti dalla stessa commissione.

È prevista infine l'attribuzione della lode al candidato che abbia raggiunto la votazione di 100 senza utilizzo del bonus e che abbia conseguito votazioni non inferiori a otto in tutte le discipline, negli scrutini finali delle classi terza, quarta e quinta.