Ti trovi in:

ECDL: la Patente Europea del Computer

Saper usare il computer è ormai un requisito indispensabile per ogni tipo di lavoro, particolarmente importante sia per chi è alla ricerca di un'occupazione ma anche per chi, pur già lavorando, desidera migliorare la propria posizione.

Ma che cosa significa realmente saper usare il computer? Molte persone hanno una conoscenza di questo strumento, ma è loro difficile definire a quale livello. Ritengono di poterlo usare in modo adeguato, ma in effetti non possono provarlo. Serve quindi uno standard di riferimento che possa essere riconosciuto subito, in modo certo, dovunque.

In sostanza, occorre per il computer qualcosa che equivalga alla patente dell'automobile. Se chiediamo a qualcuno se sa guidare, un semplice "Sì, ho la patente" costituisce una risposta precisa ed esauriente. Significa infatti saper fare tutto ciò che, in qualsiasi Paese, è richiesto per superare il relativo esame. Questa analogia è resa oggi possibile dall'avvento dell'ECDL (European Computer Driving Licence), ossia la "Patente Europea del Computer".

Si tratta di un certificato, riconosciuto a livello internazionale, attestante che chi lo possiede ha le competenze necessarie per poter lavorare col personal computer, in modo autonomo o in rete, nell'ambito di un'azienda, un ente pubblico, uno studio professionale, ecc. In altre parole, questa "patente" definisce senza ambiguità la capacità di una persona di usare il computer, così come fa quella di guida per quanto riguarda l'uso dell'automobile.

L'ECDL è un programma che fa capo al CEPIS, l'ente che riunisce le Associazioni europee di informatica. In Italia l'ECDL è rappresentata dall'AICA, Associazione Italiana per l'Informatica ed il Calcolo Automatico.