Ti trovi in:

Accessibilità del sito

Il Web è progettato per essere universale: per includere tutto e tutti.  

(Tim Berners-Lee, inventore del WWW)

Un sito web viene detto accessibile quando ogni suo contenuto è fruibile anche da chi ha una qualche disabilità e che, di conseguenza, potrebbe far uso di particolari dispositivi per la navigazione su Internet. Rendere un sito accessibile significa, dunque, permettere a chiunque di accedere pienamente ai contenuti, alle informazioni ed ai servizi resi a disposizione dal sito, indipendentemente dal tipo di computer utilizzato, dal sistema operativo, dal programma di navigazione e dalle sue impostazioni, e a prescindere dalla velocità di connessione di cui si dispone.

L'accessibilità all'informazione rappresenta un obiettivo impegnativo da raggiungere e soprattutto da mantenere, ma oltre ad essere un obbligo di legge (Legge Stanca 4/2004), purtroppo disatteso anche da importanti siti istituzionali, è sempre stato per noi un imprescindibile imperativo morale.

La progettazione del nuovo sito dell'Istituto Giua ha tenuto conto di questa esigenza, rinunciando alla spettacolarità di effetti dinamici in favore di una maggiore semplicità e chiarezza espositiva.

Questa nuova versione del sito rispetta i dettami della Legge 4/2004 (Legge Stanca) e dei relativi allegati tecnici, nonché le indicazioni sull'accessibilità del consorzio internazione W3C.

Allo stato attuale, è ancora in fase di verifica il rispetto delle linee guida WCAG 2.0 indicate dal W3C e dei requisiti dell' aggiornamento dell'allegato tecnico della Legge Stanca (versione del 26 Aprile 2010).

Nonostante l'attenzione posta nella realizzazione del sito ed i numerosi test effettuati, non si può escludere che una o più pagine risultino ancora inaccessibili ad alcune categorie di utenti. In tal caso, scusandoci per il disservizio causato, vi invitiamo a informarci del problema utilizzando l'apposito modulo nella pagina delle segnalazioni.